Chef in corsia – Marzia Riva è la vincitrice di Special Cook 2019

La terza edizione di Special Cook premia il talento di Marzia Riva, personal chef fondatrice de “La Taverna degli Arna” e docente di cucina naturale.

 

Il 12 ottobre, presso il NuceriaLab di San Giuliano Milanese, si è tenuta la finale della terza edizione di Special Cook. L’evento ha avuto come protagonisti tre giovani chef: Marzia Riva, Cristian Cirillo e Nicol Cuocartigianaarrivati in finale grazie ai voti dei pazienti, giuria d’eccellenza di ogni data in ospedale.

Per l’occasione, i finalisti hanno proposto tre gustose ricette, ispirate a tre diversi reparti ospedalieri in cui hanno avuto modo di cucinare nel corso della passata edizione. Marzia Riva, ha presentato ai giudici un cavolfiore arrostito con ragù al bruno vegetale e funghi, sfoglia di saraceno e maionesi aromatizzate, ispirato al reparto dei Disturbi dei Comportamenti Alimentari dell’Ospedale Niguarda. Cristian Cirillo ha invece proposto un risotto alla zucca con composta di cipolle rosse, branzi e amaretti, ispirato al Centro Girola, mentre Nicol Cuocartigiana ha realizzato una barchetta magica ai frutti di bosco e miele, ispirandosi alla sua esperienza presso il reparto di Pediatria oncologica dell’IstitutoTumori di Milano.

I piatti sono stati valutati da una giuria tecnica, composta da esperti del settore e giornalisti di cucina, guidati da Sefano Callegaro, noto chef e vincitore di Masterchef 4: Giacinto Callipo (Callipo Conserve Alimentari), Federico Lorefice (Fondatore Gourmet Institute), Leonardo Vena (CEO Amaro Lucano), Stefania Corrado (Chef, Consulente e Food Writer), Stefano Arduini (Direttore Vita), Sara Porro (Giornalista, scrittrice e food blogger – Dissapore e Repubblica), Jacopo Fontaneto (Giornalista – Espresso Repubblica) e Marco Lupi (Food Blogger Scatti di Gusto).

 

Special Cook è il primo talent di cucina realizzato nelle strutture ospedaliere italiane e ha il duplice scopo di offrire momenti di intrattenimento ed educazione alla buona alimentazione per chi si trova in ospedale e, allo stesso tempo, di valorizzare il talento di giovani chef emergenti.

Gli chef che partecipano al progetto si mettono alla prova nella preparazione di piatti per i pazienti di diversi reparti ospedalieri (tra cui l’Istituto Nazionale dei Tumori e il Centro NeMO di Milano, il Policlinico Gemelli di Roma e tanti altri), ciò permette ai cuochi di fare “sorprese buone” a chi sta affrontando un periodo di cura e, allo stesso tempo, fornisce loro elementi utili per migliorare il proprio stile di cucina, fonte di benessere e valido supporto alle terapie.

Un progetto che nasce come esperienza di volontariato e diventa sostegno alla cura, soprattutto in alcuni dei reparti coinvolti, quale il reparto Disturbi dei Comportamenti Alimentari dell’Ospedale Niguarda di Milano.

Special Cook raccoglie ogni anno importanti nomi della cucina italiana, in veste di ospiti speciali e giudici tecnici della manifestazione. A questa edizione hanno partecipato tra gli altri Heinz Beck, Tano Simonato e Stefano Callegaro, che ha presieduto la giuria tecnica alla finale.

Nella stagione 2018-2019, Special Cook ha organizzato più di 15 appuntamenti di cucina in reparto e ha inaugurato due cucine speciali a Roma e Milano.

Nella nuova stagione si inaugurerà una cucina speciale anche a Torino presso il reparto di Oncologia Pediatrica dell’Ospedale Regina Margherita e il progetto continuerà a crescere, coinvolgendo sempre più città, strutture ospedaliere e talentuosi chef, per un’esperienza divertente e soprattutto Buona.

Numerosi  i partner che supportano il progetto: tra cui Callipo Conserve Alimentari che ha sposato la causa dall’inizio nel 2016, il Gruppo Nuceria, che ospita per il terzo anno consecutivo l’evento, Amaro Lucano e Fondazione Cariplo.

Posted on Ottobre 14, 2019 in NEWS

Share the Story

Back to Top